Responsabilità del medico per il differenziale fra invalidità preesistente e complessiva: Cassazione Civile n. 27265/2021

Il medico che effettua un intervento su di un paziente affetta da pregressa patologia, cagionandone l’insorgenza di una ulteriore, concorrente e più grave, potrà essere chiamato a rispondere dei soli danni cagionati al medesimo sotto il profilo della causalità giuridica, non potendogli ascrivere le conseguenze dannose non riconducibili eziologicamente all’evento dannoso. Pertanto, la quantificazione dell’ammontare…

Confermata la validità e l’efficacia del green pass obbligatorio per i docenti: T.A.R. Lazio decreti n. 4531/2021 e 4532/2021.

(06.09.2021) Il T.A.R. Lazio ha stabilito che “il diritto del personale scolastico a non vaccinarsi, in disparte la questione della dubbia configurazione come diritto alla salute, non ha valenza assoluta né può essere inteso come intangibile”. Nel respingere il ricorso proposto da un sindacato dei docenti (ed altre associazioni) finalizzato all’annullamento, previa sospensione, della nota…

Quando si interrompe il nesso causale tra il comportamento omissivo del medico e l’evento causato? Cassazione Penale, sentenza n. 30229/2021

(06.08.2021) La Suprema Corte ha chiarito i rapporti fra la condotta omissiva del medico ed il coefficiente salvifico di probabilità statistica, precisando i termini in cui quest’ultimo può essere “manipolato” dalle circostanze fattuali del caso di specie in modo tale da sorreggere il giudizio di “alta probabilità logica” che fonda la ragionevole certezza della sussistenza…

Prima pronuncia sulla responsabilità della struttura sanitaria per decesso da Covid-19

(30.07.2021) Il Tribunale di Torino è il primo tribunale in Italia a prendere una netta posizione sulla responsabilità di una struttura sanitaria in caso di morte di un paziente per Covid-19. Ai fini del riconoscimento della responsabilità professionale della struttura per decesso a causa del Covid -19, data l’assoluta novità e complessità della questione è…

Pugno duro dell’A.S.L. di Brindisi verso i medici no vax: in 3 sospesi senza retribuzione sino a dicembre

(09.07.2021) Con provvedimento del 6 luglio scorso, la A.S.L. di Brindisi ha confermato la sospensione senza retribuzione per 3 medici prestanti servizio in 3 diversi reparti (chirurgia, pronto soccorso e gastroenterologia) dell’Ospedale di Francavilla Fontana. La sanzione si è resa necessaria a seguito del perdurante rifiuto dei medici di sottoporsi alla vaccinazione obbligatoria anti Covid…

Medico responsabile per danni non patrimoniali anche in assenza di lesioni all’integrità psico-fisica: Cassazione Civile n. 14453/2021

Il medico che commette il reato di rifiuto di atti d’ufficio, ex art. 328 codice penale, è responsabile per gli eventuali danni non patrimoniali (nella specie, morali) subiti dal danneggiato del reato.   Nel caso esaminato, una persona aveva chiesto il risarcimento del danno morale alla guardia medica responsabile di non aver accolto la richiesta di…

Ok definitivo allo scudo penale per medici e operatori sanitari durante l’emergenza COVID

La Legge 76/2021 dà il definitivo  via libera allo “scudo penale” per i medici ed operatori sanitari: medici responsabili penalmente solo per colpa grave durante l’era Covid. Con l’approvazione da parte della Camera dei Deputati della legge di conversione del D.L. 44/2021 (L. 76/2021), (ne parliamo qui https://www.studiolegalefca.it/medici-responsabili-solo-per-colpa-grave-durante-lera-covid-primo-via-libera-da-parte-del-senato/), è definitivamente confermata l’introduzione e l’operatività del…

Medici responsabili solo per colpa grave durante l’era Covid: primo via libera da parte del Senato.

Il Senato ha approvato (con 144 voti favorevoli, 25 contrari e 3 astenuti) la conversione in legge con emendamenti del D.L. 44/2021, c.d. “Decreto Covid”. Oltre alla causa di esclusione della punibilità per morte o lesioni colpose ex art. 589 e 590 c.p. per medici ed operatori sanitari che somministrino il vaccino per la prevenzione…

La prescrizione del diritto al risarcimento del danno per “malasanità”: quando è quinquennale e quando decennale.

Chi agisce per il risarcimento dei danni subiti come vittima di un “errore medico” (o in qualità di suo erede), ha tempo 10 anni per azionare il proprio diritto nei confronti dell’azienda sanitaria, in quanto la relativa richiesta si inquadra in un illecito di natura contrattuale . Se invece chi agisce è un soggetto che…

La liquidazione del danno morale è autonoma e distinta rispetto alla liquidazione del danno biologico: Cassazione Civile, sez. III, 10 novembre 2020 n. 25164

In poco più di 12 pagine, ampiamente motivate, la III Sezione della Suprema Corte apre una breccia nel collaudato meccanismo del risarcimento del danno alla salute, ad oggi basato sulle Tabelle di liquidazione del Tribunale di Milano. Nello specifico, argomentando dalla non coerenza delle Tabelle milanesi con il dettato dell’art. 138 del Codice delle Assicurazioni…