Decesso di un paziente per condotta omissiva dei sanitari: il nesso causale deve sussistere in base al principio del “più probabile che non”

18 maggio 2022 La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 8114 del 14 marzo 2022 ha confermato un principio consolidato secondo il quale la verifica del nesso causale tra condotta omissiva e fatto dannoso si basa sull’accertamento della probabilità del conseguimento del risultato idoneo ad evitare il rischio specifico di danno. Tale accertamento deve…

Leggi di più

Responsabilità del medico per errore nelle trasfusioni

20 aprile 2022 Secondo i Giudici della Corte di Cassazione (sentenza 8 febbraio 2022, n. 4323), è responsabile dei danni accorsi al paziente l’anestesista che durante un intervento chirurgico aveva trasfuso sangue incompatibile con il gruppo sanguigno del paziente, confidando che il controllo sulla sacca ematica fosse stato eseguito dall’infermiera. Quanto sopra poiché, secondo i…

Leggi di più

L’infezione da Covid-19 rientra negli infortuni indennizzabili

13/04/2022 Con la recente sentenza n. 184 del 19 gennaio 2022, il Tribunale di Torino ha affermato che anche la causa del contagio da Covid-19 può considerarsi “violenta”, oltre che “fortuita”  ed “esterna”, con la conseguenza che, in assenza di specifiche esclusioni contrattuali, tale infezione rientra nella definizione di “infortunio” con obbligo, per l’assicurazione, di…

Leggi di più

Responsabilità medico sanitaria per l’amputazione della gamba: 500.000 euro di risarcimento a carico di due strutture assistenziali toscane

Il Tribunale di Firenze ha condannato due strutture sanitarie al risarcimento di 500.000 euro a titolo di responsabilità medico sanitaria per aver costretto un’anziana paziente a subire l’amputazione della gamba a causa di un’infezione contratta in una delle due strutture e mai curata adeguatamente in nessuna delle due. Nello specifico la paziente veniva ricoverata per…

Leggi di più

Responsabilità civile del sanitario

L’Avvocato Francesco Cecconi intervenuto al webinar organizzato da Consulcesi & Partners in merito alla “responsabilità civile del sanitario”. Un intervento interessante ed esaustivo, con suggerimenti e consigli utili ad affrontare le prestazioni mediche senza perdere di vista le responsabilità civili.

Leggi di più

Responsabilità del medico per il differenziale fra invalidità preesistente e complessiva: Cassazione Civile n. 27265/2021

Il medico che effettua un intervento su di un paziente affetta da pregressa patologia, cagionandone l’insorgenza di una ulteriore, concorrente e più grave, potrà essere chiamato a rispondere dei soli danni cagionati al medesimo sotto il profilo della causalità giuridica, non potendogli ascrivere le conseguenze dannose non riconducibili eziologicamente all’evento dannoso. Pertanto, la quantificazione dell’ammontare…

Leggi di più

Confermata la validità e l’efficacia del green pass obbligatorio per i docenti: T.A.R. Lazio decreti n. 4531/2021 e 4532/2021.

(06.09.2021) Il T.A.R. Lazio ha stabilito che “il diritto del personale scolastico a non vaccinarsi, in disparte la questione della dubbia configurazione come diritto alla salute, non ha valenza assoluta né può essere inteso come intangibile”. Nel respingere il ricorso proposto da un sindacato dei docenti (ed altre associazioni) finalizzato all’annullamento, previa sospensione, della nota…

Leggi di più

Quando si interrompe il nesso causale tra il comportamento omissivo del medico e l’evento causato? Cassazione Penale, sentenza n. 30229/2021

(06.08.2021) La Suprema Corte ha chiarito i rapporti fra la condotta omissiva del medico ed il coefficiente salvifico di probabilità statistica, precisando i termini in cui quest’ultimo può essere “manipolato” dalle circostanze fattuali del caso di specie in modo tale da sorreggere il giudizio di “alta probabilità logica” che fonda la ragionevole certezza della sussistenza…

Leggi di più

Le Tabelle milanesi si adeguano alla Cassazione: Tribunale di Milano, sentenza n. 5947 del 07.07.2021.

(27.07.2021) Il Tribunale di Milano, sulla scia della nota sentenza n. 10579/2021 della Suprema Corte (ne parliamo qui https://www.studiolegalefca.it/meno-discrezionalita-dei-giudici-nella-valutazione-del-danno-parentale/), riconosce la necessità di cambiare la propria tabella di riferimento per la liquidazione del danno parentale. Dal classico sistema “a forbice”, le Tabelle milanesi passeranno al sistema “a punti”, ritenuto più consono (e privo di rischi…

Leggi di più

Il Tribunale dell’Unione Europea individua, per la prima volta nella storia, i criteri di valutazione dei caratteri distintivi di un marchio sonoro presentato in formato audio.

(21.07.2021) Una holding tedesca depositava presso l’EUIPO domanda di registrazione europea per un marchio sonoro presentandolo in formato audio: trattavasi del suono che si produce all’apertura di una lattina seguito da 1 secondo di silenzio e 9 secondi di gorgoglio. A seguito del rifiuto da parte dell’ente di registrare il marchio per difetto dei caratteri…

Leggi di più

La Solvay condannata al pagamento di 558.000 euro a titolo di risarcimento da morte per amianto in favore degli eredi di un operaio deceduto per carcinoma.

(20.07.2021) Il Tribunale di Livorno ha condannato la Solvay a pagare 558.000 euro di risarcimento al figlio di un operaio morto per adenocarcinoma polmonare, asbestosi e placche pleuriche, patologie sviluppatesi a seguito della costante inalazione di agenti cancerogeni (in particolare, amianto) avvenuta in assenza di qualsivoglia apparecchiatura di protezione idonea. L’assenza di adeguata sicurezza sui…

Leggi di più

Operatori sanitari contagiati dal Covid-19, a chi spetta l’indennizzo e a chi no? Risponde l’esperto (Intervista all’Avv. Francesco Cecconi)

(16.07.2021) L’intervista all’Avv. Francesco Cecconi è stata condotta da Arnaldo Iodice ed è liberamente consultabile sul sito www.sanitainformazione.it Di seguito, il testo integrale. Qual è la situazione odierna a distanza di oltre un anno dall’introduzione dell’art. 42 del D.L. n. 18, del 17 marzo 2020 (cosiddetto “Cura Italia”), che ha equiparato l’infezione da Covid-19 ad…

Leggi di più

Superbonus per edifici unifamiliari fino al 30 giugno 2022

Le spese per gli interventi di efficientamento energetico e i lavori antisismici realizzati sugli edifici unifamiliari potranno usufruire del Superbonus fino al 30 giugno 2022. Con l’approvazione del Consiglio dell’Unione Europea, infatti, diventano operative le proroghe disposte dalla Legge di Bilancio 2021, ma rimaste in stand-by in attesa di una valutazione da parte dell’Unione Europea. Le opzioni…

Leggi di più

Primo Codice Civile cinese: pubblicata la versione italiana

(09.07.2021) Entrato in vigore il 1.1.2021 dopo una lunga e travagliata gestazione frutto (anche) di autorevoli esponenti del diritto italiano, il Codice Civile cinese (1.260 articoli per VII libri) organicizza e struttura l’intero appararato normativo della Repubblica Popolare Cinese (tra cui diritto privato, diritto di famiglia, contrattualistica, diritto d’autore, privacy). Il Codice, strumento indispensabile per…

Leggi di più

Pugno duro dell’A.S.L. di Brindisi verso i medici no vax: in 3 sospesi senza retribuzione sino a dicembre

(09.07.2021) Con provvedimento del 6 luglio scorso, la A.S.L. di Brindisi ha confermato la sospensione senza retribuzione per 3 medici prestanti servizio in 3 diversi reparti (chirurgia, pronto soccorso e gastroenterologia) dell’Ospedale di Francavilla Fontana. La sanzione si è resa necessaria a seguito del perdurante rifiuto dei medici di sottoporsi alla vaccinazione obbligatoria anti Covid…

Leggi di più

Medico responsabile per danni non patrimoniali anche in assenza di lesioni all’integrità psico-fisica: Cassazione Civile n. 14453/2021

Il medico che commette il reato di rifiuto di atti d’ufficio, ex art. 328 codice penale, è responsabile per gli eventuali danni non patrimoniali (nella specie, morali) subiti dal danneggiato del reato.   Nel caso esaminato, una persona aveva chiesto il risarcimento del danno morale alla guardia medica responsabile di non aver accolto la richiesta di…

Leggi di più

Ok definitivo allo scudo penale per medici e operatori sanitari durante l’emergenza COVID

La Legge 76/2021 dà il definitivo  via libera allo “scudo penale” per i medici ed operatori sanitari: medici responsabili penalmente solo per colpa grave durante l’era Covid. Con l’approvazione da parte della Camera dei Deputati della legge di conversione del D.L. 44/2021 (L. 76/2021), (ne parliamo qui https://www.studiolegalefca.it/medici-responsabili-solo-per-colpa-grave-durante-lera-covid-primo-via-libera-da-parte-del-senato/), è definitivamente confermata l’introduzione e l’operatività del…

Leggi di più

Partnership fra Crypto.com e Lega Calcio Serie A

La Serie A è la prima realtà calcistica al mondo a potersi fregiare della sponsorizzazione da parte di una piattaforma di cryptovalute. In occasione della finale di Coppa Italia del prossimo 19 maggio, in cui si sfideranno Atalanta e Juventus, Crypto.com creerà una speciale serie di NFT (per approfondimenti vedi qui) che avranno come “oggetto”…

Leggi di più

Meno discrezionalità dei Giudici nella valutazione del danno parentale

In tema di quantificazione del danno da perdita del rapporto parentale, la Corte di Cassazione con la recente sentenza n. 10579 del 21.04.2021, per la prima volta dopo decenni di giurisprudenza unidirezionale, ritiene necessario fare applicazione di Tabelle che quantifichino il danno secondo parametri fissi (come previsto dalla Tabella del Tribunale di Roma) anziché di…

Leggi di più

Addebito della separazione al marito se la sua auto è fotografata sotto casa dell’amante.

Il Tribunale di Pesaro, nella recente pronuncia n. 232 del 29.03.2021, ha dato rilevanza decisiva, ai fini dell’addebito della separazione, alle fotografie ritraenti la macchina del marito parcheggiata sotto casa dell’amante. Secondo la ricostruzione del Tribunale, tali fotografie dimostravano che il loro rapporto tra i coniugi era entrato in crisi a causa della clandestina relazione…

Leggi di più

Le coppie gay hanno il diritto di trascrivere in Italia l’atto di nascita estero del figlio adottivo: Cassazione Civile, SS. UU., n. 9006 del 31 marzo 2021.

Con una decisione epocale rispetto alla giurisprudenza italiana in tema di filiazione, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno recentemente affermato che  “non contrasta con i principi di ordine pubblico internazionale il riconoscimento degli effetti di un provvedimento giurisdizionale straniero di adozione di minore da parte di coppia omoaffettiva maschile che attribuisca lo status…

Leggi di più

La tutela dei diritti d’autore diventa digitale con la joint venture tra S.I.A.E. ed Algorand.

La S.I.A.E. ha finalmente fatto il primo (decisivo) passo verso la creazione di un’infrastruttura nazionale in grado di proteggere i propri iscritti anche digitalmente, attraverso una collaborazione con Algorand. Gli NFT (letteralmente “non fungible token”, ossia  una sorta di “certificazione” digitale) verranno utilizzati per rappresentare i “diritti d’autore” a livello digitale e ne garantiranno l’autenticità…

Leggi di più

I rischi non fermano la “corrente” della CryptoArt

Nel giro di poche settimane la diffusione dell’arte “digitale” ha registrato una fortissima accelerazione : prima con l’aggiudicazione dell’opera “The First 5000 days” di Beeple a 60,250 milioni di dollari e poi con la messa in commercio delle patatine virtuali “CryptoCrisp”  e “NFTacoBells”. Già da diversi anni, del resto, un vasto sottobosco del web segue…

Leggi di più

La liquidazione del danno morale è autonoma e distinta rispetto alla liquidazione del danno biologico: Cassazione Civile, sez. III, 10 novembre 2020 n. 25164

In poco più di 12 pagine, ampiamente motivate, la III Sezione della Suprema Corte apre una breccia nel collaudato meccanismo del risarcimento del danno alla salute, ad oggi basato sulle Tabelle di liquidazione del Tribunale di Milano. Nello specifico, argomentando dalla non coerenza delle Tabelle milanesi con il dettato dell’art. 138 del Codice delle Assicurazioni…

Leggi di più

Le nuove tabelle per il calcolo del risarcimento del danno biologico

Lo scorso 13 Gennaio, il Ministero dello Sviluppo economico ha reso pubblici gli schemi di Dpr contenenti il meccanismo di calcolo dei risarcimento del danno biologico, basato su quanto elaborato con le Tabelle del Tribunale di Milano. Tale documento, è un provvedimento normativo atteso da oltre 15 anni. L’articolo 138 del Codice delle Assicurazioni infatti,…

Leggi di più

Danno morale e personalizzazione del danno secondo le Tabelle di Milano

Con una recentissima pronuncia, la Cassazione riconosce la sofferenza patita dalle vittime, ma nei limiti del danno non patrimoniale. Negate quindi le aggiunte ulteriori a titolo di personalizzazione e comunque, secondo i Supremi Giudici, serve sempre la prova dell’ulteriore danno che legittima tale personalizzazione. Il 10 novembre scorso, la Cassazione ha precisato i criteri da…

Leggi di più

Due nessi di causa per la responsabilità sanitaria?

Secondo una recente pronuncia della Suprema Corte, nelle cause afferenti la materia della responsabilità professionale medica, occorre tenere distinti due ‘cicli cusali’. Vediamo quindi di fare chiarezza sul punto. L’ordinanza numero 25288/2020 della Corte di cassazione, opera una distinzione netta con riferimento alla causalità nella responsabilità medica. Secondo i Giudici, infatti, vi è un ciclo…

Leggi di più

Fatto ignoto: a chi spetta l’onere di dimostrarlo?

I Giudici della Corte di cassazione, con la sentenza n. 18102 del 2020, si sono soffermati su due aspetti fondamentali del c.d. nesso causale nei giudizi di malasanità. In tali giudizi, infatti, il medico e il paziente sono gravati da un differente onere della prova e, quindi, il fatto ignoto ricade sull’uno o sull’altro a…

Leggi di più

Covid-19 come “infortunio sul lavoro”? Risponde l’avv. Francesco Cecconi

Come viene considerata dalle assicurazioni l’infezione da Covid-19? Per l’INAIL è infortunio sul lavoro per le compagnie d’assicurazioni no. In caso di indennizzo negato si può fare ricorso. L’avvocato Francesco Cecconi: «Un’inaccettabile disparità di trattamento tra operatori sanitari dipendenti e liberi professionisti» Al seguente link (https://www.sanitainformazione.it/lavoro/covid-assicurazioni-medici-infortunio-inail-compagnie-risarcimento/) trovate l’intervista integrale dove l’avvocato Cecconi (partner di Consulcesi…

Leggi di più

Consenso informato: spetta al paziente provare che, se adeguatamente informato, non avrebbe fatto l’intervento

La Corte di Cassazione, nell’ordinanza n. 9887/2020 conferma il principio ormai pacifico in base al quale, in ambito medico la manifestazione del consenso del paziente all’intervento chirurgico è espressione del diritto all’autodeterminazione, che trova il suo fondamento in quanto sancito dagli artt. 2, 13 e 32, comma 2,della Costituzione. I Giudici precisano però che, nel momento in…

Leggi di più

La Cassazione precisa: la malattia da mobbing è indennizzabile dall’Inail

Con l’ordinanza n. 8948/2020, la Cassazione accoglie le ragioni di un lavoratore, il quale si è visto respingere in sede di merito la domanda di riconoscimento della natura professionale della malattia cagionata dalla condotta mobbizzante del suo datore di lavoro. La giurisprudenza della stessa Cassazione, della Corte Costituzionale, così come l’evoluzione della normativa fanno concludere che qualsiasi attività lavorativa deve ritenersi…

Leggi di più

Emotrasfusioni infette e responsabilità medica

Attraverso questa sentenza, i Giudici della Cassazione accordano il risarcimento ai congiunti se l’epatite da trasfusione di sangue infetto è concausa della morte perché ha creato problemi alla coagulazione. La fattispecie Un padre e un figlio convengono in giudizio il Ministero della Salute per ottenere i danni subiti in conseguenza della morte della moglie e…

Leggi di più

Chat tra moglie e amante? C’è l’addebito della separazione

Attraverso una recente pronuncia, è stato stabilito che lo scambio di sms su WhatsApp tra moglie e amante provano l’anteriorità del tradimento rispetto alla crisi coniugale: al marito l’addebito della separazione. Il caso concreto Una coppia con figli decide di separarsi e, tra le richieste della donna, c’è anche l’addebito al marito della fine della…

Leggi di più

Il progetto di arredamento d’interni è proteggibile quale opera dell’architettura

In tema di diritto d’autore, un progetto o un’opera di arredamento di interni, “nel quale ricorra una progettazione unitaria, con l’adozione di uno schema in sé definito e visivamente apprezzabile, che riveli una chiara “chiave stilistica”, di componenti organizzate e coordinate per rendere l’ambiente funzionale ed armonico, ovvero l’impronta personale dell’autore, è proteggibile quale opera…

Leggi di più

Le tabelle di Milano possono essere disapplicate dal Giudice solamente se ne viene data adeguata motivazione

I criteri di valutazione equitativa devono essere idonei a consentire una valutazione che sia equa, adeguata e proporzionata tenuto conto di tutte le circostanze concrete del caso specifico mediante la personalizzazione del danno. In tale senso, le tabelle del Tribunale di Milano si sostanziano in regole di equità, con la finalità di circoscrivere la discrezionalità…

Leggi di più

Corona virus Fase 2: i fidanzati sono “congiunti”

il testo dell’ultimo DPCM, prevede che sono consentiti gli spostamenti nella stessa Regione per fare visita ai propri congiunti. A livello tecnico, in tale categoria non vi si possono annoverare i fidanzati. Per tale motivazione, nel corso della giornata di oggi, molti hanno fatto sentire le proprie critiche verso tale esclusione. Un divieto del genere,…

Leggi di più

2021: anno d’oro per i conti in rosso

Se il bilancio aziendale del 2019 mostra perdite entro il terzo e la situazione poi peggiora nel 2020, fino a condurre a perdite superiori al terzo, corre l’obbligo di convocazione con urgenza dell’assemblea, a cui si «deve essere sottoposta una relazione sulla situazione patrimoniale della società, con le osservazioni del collegio sindacale» e l’organo amministrativo…

Leggi di più

Nel caso di cessione di azienda, necessario consultare un perito. (CTP Milano n. 390 del 2020)

Nella determinazione del valore dell’azienda ceduta è legittimo il comportamento tenuto dal contribuente in ossequio alle valutazioni assunte dal perito per la stima e sulla base della dottrina più accreditata. Tale valutazione costituisce una presunzione di congruità rispetto al valore in commercio e legittima la condotta del contribuente, rendendola immune dalle sanzioni. Questo il principio…

Leggi di più

Emergenza Covid – 19: la Circolare n. 13 del 2020 e le Garanzie pubbliche a favore della liquidità degli operatori economici

Con il decreto legge dell’8 Aprile scorso, sono state previste alcune misure, valide fino al 31 Dicembre 2020, volte a facilitare il processo e ad incrementare il volume di concessione di finanziamenti alle imprese e agli esercenti arti e professioni, da parte di banche e altri intermediari finanziari autorizzati all’esercizio del credito, mediante la concessione…

Leggi di più

Le locazioni commerciali al tempo del Covid-19

Con D.P.C.M. del 1° Aprile 2020, le misure di contenimento del contagio da COVID – 19, sono state prorogate fino al 13 Aprile. Quanto sopra, ha influito sulle vicende contrattuali, tra cui quelle in materia di locazioni commerciali. Non essendo stata emanata una specifica normativa sul punto, la questione non potrà che essere risolta attraverso…

Leggi di più

Responsabile il dentista che sottopone il paziente a cure non solo inutili, ma che abbiano aggravato le condizioni di salute

Con la sentenza in commento, la corte di Cassazione ribadisce ancora una volta l’orientamento sul riparto dell’onere probatorio in tema di responsabilità contrattuale (o da contatto sociale) del sanitario. La fattispecie Una paziente di un centro odontoiatrico aveva agito nei confronti dello stesso nonché del direttore sanitario, che peraltro era anche stato colui che materialmente…

Leggi di più

Il danno non patrimoniale ed il danno patrimoniale da lucro cessante in caso di responsabilità sanitaria

Attraverso la sentenza in esame, vediamo come la posizione giurisprudenziale più recente che la Corte di Cassazione assume nella liquidazione del danno patrimoniale da lucro cessante ed, al contempo, nella liquidazione del danno non patrimoniale subiti dagli eredi di una vittima di malasanità. La fattispecie La sentenza della Corte di Cassazione in commento (cioè la…

Leggi di più

Responsabilità medica: Il danno non patrimoniale ed il danno patrimoniale da lucro cessante in caso di responsabilità sanitaria

Attraverso la sentenza in esame, vediamo come la posizione giurisprudenziale più recente che la Corte di Cassazione assume nella liquidazione del danno patrimoniale da lucro cessante ed, al contempo, nella liquidazione del danno non patrimoniale subiti dagli eredi di una vittima di malasanità. La fattispecie La sentenza della Corte di Cassazione in commento (cioè la…

Leggi di più

Consenso Informato: la sottoscrizione di un modulo dattiloscritto con aggiunte a penna costituisce informazione idonea

Il modulo di prestazione del consenso sottoscritto lo stesso giorno dell’intervento non inficia la conclusione del corretto adempimento del relativo obbligo dei medici curanti, qualora il documento scritto appaia come approdo di un percorso seguito in precedenti incontri e discussioni aventi ad oggetto la valutazione delle patologie preesistenti della paziente, la necessità di procedere all’intervento,…

Leggi di più

Danno biologico, indennizzi aumentati del 40%

Per gli infortuni verificati e le malattie professionali denunciate dal 1° gennaio 2019 aumenterà del 40% il valore degli importi erogati dall’Inail per gli indennizzi del danno biologico che verranno erogati ai lavoratori per i quali sia stata accertata una menomazione dell’integrità psicofisica tra il 6% e il 15%. Sulle regole introdotte dal decreto del…

Leggi di più

Errore medico in sala parto. Risarcimento danni Milionario

Una mamma fiorentina, avvertendo le consuete doglie, si è recata al Pronto soccorso dell’Ospedale San Giovanni di Dio (Firenze), dove venne accolta dai sanitari di turno, i quali però, nonostante alcuni tracciati evidenziassero una sofferenza fetale, decisero di attendere la nascita tramite parto naturale, invece che procedere con un taglio cesareo di urgenza. Una decisione…

Leggi di più

La convivenza del danno morale e danno dinamico relazionale

Con tale sentenza, i giudici della Corte di Cassazione ci dicono se nel danno non patrimoniale il danno morale ed il danno dinamico relazionale sono componenti distinte oppure la prima racchiude nella sua quantificazione anche la seconda voce e, soprattutto, si soffermano su quale sia l’onere probatorio a carico del danneggiato per ottenere il risarcimento…

Leggi di più

La valutazione del danno patrimoniale futuro: come si calcola?

Con questa pronuncia, la corte di Cassazione torna sul tema del danno patrimoniale futuro, in particolare si sofferma ad analizzare quale prova debba fornire il danneggiato per provare l’esistenza di tale danno e per poi procedere alla relativa quantificazione. La fattispecie Un uomo, alla guida della propria vettura per andare a lavoro, colpisce un autoarticolato…

Leggi di più

Il danno patrimoniale per le spese di assistenza personale future

La voce di danno relativa alle spese per assistenza personale, necessaria a seguito delle lesioni riportate in un sinistro stradale, va liquidato ai sensi dell’art. 1223 c.c. stimando il costo presumibile delle prestazioni in considerazione delle menomazioni da cui è afflitta la vittima, in rapporto alla presumibile durata dell’esborso. La fattispecie Così la Corte di…

Leggi di più

L’omessa acquisizione del consenso informato del paziente genera una responsabilità dei medici autonoma rispetto alle altre voci di danno?

Nel caso in cui si sia verificato il passaggio in giudicato della sentenza di rigetto della domanda risarcitoria per colpa medica, è ancora possibile proporre successivamente la domanda per danni derivanti dalla mancata acquisizione del consenso informato? La fattispecie Dalla consulenza tecnica, espletata nel corso di un giudizio per responsabilità medica, era emerso che il…

Leggi di più

Sopravvisse tre giorni all’incidente e poi morì: troppo poco liquidare 2500 euro al giorno quale danno catastrofale

Il danno c.d. catastrofale consiste nello stato di sofferenza spirituale od intima patito dalla vittima nell’assistere al progressivo svolgimento della propria condizione esistenziale verso il fine-vita e quindi nella sua consapevolezza del fatto che la sua morte si stia lentamente avvicinando. In tale sentenza vediamo come i giudici hanno liquidato tale danno, risarcibile sempre in…

Leggi di più

Il danno morale può ancora essere valutato a parte?

Secondo la recente sentenza della Corte di Cassazione n. 8755 del Maggio 2019, la risposta è affermativa: il danno morale può avere una liquidazione separata rispetto a quello biologico, anche se questo, secondo alcuni, crea una disparità di trattamento rispetto a pronunce diverse della Corte di Cassazione secondo le quali il danno biologico deve considerare…

Leggi di più

Malasanità: Graffette migrate nell’addome del paziente, il risarcimento del danno non patrimoniale

La questione peculiare affrontata dal tribunale di Monza riguarda l’abnorme durata dello stato di invalidità temporanea, protrattosi per ben otto anni, che determina una liquidazione del tutto inusuale del danno, il cui importo finisce per risultare più del triplo rispetto a quello liquidato a titolo di invalidità permanente. Ma analizziamo più da vicino la sentenza.…

Leggi di più

In caso di lesione del marito, alla moglie spetta sia il danno psichico che il danno parentale

Risarcibili i pregiudizi derivanti dal peggioramento della situazione delle vittime cd. secondarie a seguito delle gravi lesioni riportate dal congiunto. La fattispecie Il Tribunale di Milano aveva condannato a pagare € 22.000,00 a titolo di danno biologico all’attuale moglie (all’epoca dei fatti convivente) del danneggiato da incidente stradale. In particolare era stato riconosciuto (a seguito…

Leggi di più

Contagio da emotrasfusione: la responsabilità del Ministero della Salute non è legata al criterio della colpa

In tema di responsabilità del Ministero della Salute per patologie derivanti da emotrasfusioni, ciò che rileva ai fini del giudizio sul nesso causale è l’evento obiettivo dell’infezione e la sua derivazione probabilistica dalla trasfusione, a prescindere dalla specificazione della prima in termini di malattia tipica. Il rapporto eziologico tra la somministrazione del sangue infetto in…

Leggi di più

Cosa devono provare gli eredi per ottenere il risarcimento del danno patrimoniale da perdita del congiunto

Nella decisione in commento i giudici di legittimità tornano a confrontarsi sulla risarcibilità dei danni patrimoniali che i superstiti possano soffrire a seguito del prematuro decesso del congiunto, causato dal fatto illecito altrui. La fattispecie Un uomo, conseguentemente all’esposizione, alle polveri ed alle sostanze tossiche in ambito lavorativo, perdeva la vita prematuramente. La coniuge e…

Leggi di più

Consenso informato: l’ultima pronuncia della Cassazione

Se manca il consenso informato i medici devono risarcire il paziente e ciò anche se l’operazione è stata eseguita correttamente. Per la Corte di Cassazione, inoltre, l’assenza di consenso informato determina responsabilità medica anche in mancanza di previsioni specifiche. La fattispecie Se manca il consenso informato, i sanitari sono tenuti a risarcire il paziente delle…

Leggi di più

Contagio da emotrasfusione: la responsabilità del Ministero della Salute ed il criterio della colpa

In tema di responsabilità del Ministero della Salute per patologie derivanti da emotrasfusioni, ciò che è importante in tema di nesso causale è l’evento obiettivo dell’infezione e la sua derivazione probabilistica dalla trasfusione, a prescindere dalla specificazione della prima in termini di malattia tipica. Il rapporto causa/effetto tra la somministrazione del sangue infetto in ambiente…

Leggi di più

Responsabilità Medica – Danno da mancato consenso informato: risponde anche l’aiuto chirurgo

La sentenza in esame, affronta il tema della responsabilità risarcitoria per la mancata informazione. Secondi i giudici, infatti, tale responsabilità non riguarda solo il capo dell’equipe medica che ha eseguito l’intervento, ma anche l’aiuto-chirurgo che ha consigliato l’operazione chirurgica. La fattispecie Nel caso in esame, un uomo aveva convenuto in giudizio due medici e l’Azienda…

Leggi di più

Responsabilità medica – Il valore e il ruolo del CTU nelle cause di responsabilità medica

In cause afferenti la responsabilità medica, è imprescindibile il ricorso alla CTU, dal momento che occorrono specifiche competenze mediche e chirurgiche per poter fornire giudizi appropriati in materia, quindi tali conoscenze risultano essere imprescindibili per poter comprendere gli eventi della causa. Questo fatto conferisce alla CTU il ruolo di fonte oggettiva di prova ed è…

Leggi di più

Responsabilità medica – Anche il padre è una vittima nel caso di nascita indesiderata?

Qualora il medico ometta erroneamente di diagnosticare la patologia del feto, tale da impedire alla madre di interrompere volontariamente la gravidanza, il risarcimento del pregiudizio da nascita indesiderata può essere preteso anche dal padre, dal momento che anche quest’ultimo deve essere considerato come uno dei soggetti beneficiari delle norme a tutela del diritto alla procreazione…

Leggi di più

Responsabilità medica – La corte costituzionale interviene sulle malformazioni derivanti da vaccino antinfluenzale

La Corte costituzionale si è recentemente trovata a giudicare la legittimità costituzionale dell’art. 1, comma 1, della legge n. 210 del 1992, che prevede la possibilità di corrispondere un “indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati”. La fattispecie La questione di legittimità…

Leggi di più

Responsabilità medica – La pensione di invalidità e il risarcimento del danno: come convivono?

Che cosa succede se il soggetto che richiede il risarcimento del danno derivante da un caso di responsabilità medica, percepisce l’indennità di accompagnamento che la vittima ha ottenuto dall’INPS in conseguenza dei postumi riportati? In che rapporto stanno i due risarcimenti per il medesimo danno derivante dalla stessa fonte? La fattispecie La vicenda giudiziaria origina…

Leggi di più

Responsabilità medica – Consenso informato correttamente fornito anche davanti a un disegno di massima dell’intervento

E’ noto che il paziente deve essere messo al corrente sulle condizioni e sui rischi che vi sono in relazione ad un intervento chirurgico o ad un trattamento sanitario al quale deve sottoporsi, tanto al fine di poter consapevolmente esprimere il proprio consenso informato, a ricevere la prestazione sanitaria necessaria. Come chiarito dalla giurisprudenza il…

Leggi di più

Responsabilità medica: consenso informato correttamente fornito anche davanti a un disegno di massima dell’intervento

E’ noto che il paziente deve essere messo al corrente sulle condizioni e sui rischi che vi sono in relazione ad un intervento chirurgico o ad un trattamento sanitario al quale deve sottoporsi, tanto al fine di poter consapevolmente esprimere il proprio consenso informato, a ricevere la prestazione sanitaria necessaria. Come chiarito dalla giurisprudenza il…

Leggi di più

Diritto di famiglia: Veronica Lario contro Silvio Berlusconi: la quantificazione dell’assegno divorzile a colpi di Cassazione

Nel 2017, la Cassazione , si era discostata dal criterio del tenore di vita in costanza di matrimonio, per quantificare l’assegno divorzile, allontanandosi da un orientamento sostenuto per trenta anni. Fu proprio questa sentenza a portare alla ribalta la nota vicenda familiare dell’ex Presidente del Consiglio. Agli inizi di Aprile 2018 però, la Cassazione a…

Leggi di più

Diritto di famiglia e delle successioni: l’apertura della successione fissa l’entità e ampiezza della legittima  

Il Tema in Discussione: è (davvero) l’apertura della successione il momento in cui si stabilisce l’entità e ampiezza della quota di legittima?Secondo la Cassazione (come sotto vedremo) in tema di successione necessaria la quota spettante al legittimario rinunciante non si accresce a favore degli altri legittimari accettanti, dovendo l’individuazione della quota di riserva spettante alle…

Leggi di più

Responsabilità medica – Come risarcire il danno biologico? La Cassazione risponde con dei criteri

Non è mai semplice trovare dei criteri per risarcire il danno causato ad un bene così prezioso come la salute o l’integrità fisica: per cercare di essere più obiettivi e omogenei possibili, solitamente vengono usate alcune Tabelle, predisposte dai giudici di Milano, le quali prevedono anche una “personalizzazione del danno”, cioè un aumento dell’ammontare del…

Leggi di più

Responsabilità medica: il diritto al consenso informato in caso di necessità o di urgenza

Il consenso informato Prima di parlare della specifica situazione dell’urgenza, appare fondamentale capire cosa sia realmente il consenso informato: la necessità che i sanitari informino dettagliatamente i pazienti, prima di qualsiasi intervento o trattamento sanitario, al fine di ottenerne un libero e consapevole consenso, è un principio che si è affermato in giurisprudenza e poi…

Leggi di più

I pastorelli del presepe ed il diritto d’autore

Con questa interessante sentenza della Cassazione n. 658 del 2018, viene stabilito che la riproduzione seriale delle statuette del presepe non viola il diritto d’autore, perché tale produzione, per definizione, essendo standardizzata, non presenta elementi di creatività e quindi non si può ritenere violato il diritto d’autore. La fattispecie Il Tribunale e la Corte d’Appello…

Leggi di più

Diritto di famiglia: niente assegno di mantenimento all’ex coniuge che rifiuta senza motivo concrete offerte di lavoro

Il Tema in Discussione: Nuova pronuncia della Corte di Cassazione sul tema del diritto (o meno) all’assegno di mantenimento a favore dell’ex coniuge che rifiuta immotivatamente concrete offerte di lavoro. La Suprema Corte si è pronunciata per la non debenza dell’assegno, dovendosi valutare la potenziale capacità di guadagno ai fini delle statuizioni relative al mantenimento…

Leggi di più

Diritto di famiglia: l’obbligo di mantenimento del figlio viene meno se questo diventa avvocato

Il caso di specie: Un padre divorziato, che mensilmente forniva mantenimento al figlio, ricorre ai giudici per fare accertare dagli stessi il venir meno del suddetto obbligo, dal momento che era stata raggiunta una indipendenza economica. Il figlio in questione aveva superato l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense ed era iscritto all’albo degli avvocati,…

Leggi di più

Responsabilità medica ed il concetto di colpa (lieve)

La Cassazione civile, a sezioni unite, con sentenza n. 8770 del 2018, fa il punto sull’articolo 590 – sexies del codice penale, dove si parla della nozione di colpa grave: i giudici hanno sostenuto che il medico risponde, a titolo di colpa, per la morte o le lesioni personali  che derivano dalla sua attività medico…

Leggi di più

Responsabilità medica: un interessante caso in tema di consenso informato

Il consenso informato è la concretizzazione dell’autodeterminazione che la legge prevede in caso di trattamento sanitario, che deve quindi essere espresso dall’avente diritto che si sta per sottoporre alle cure mediche. Affinché tale consenso sia valido occorre però che il soggetto sia informato correttamente, chiaramente ed esaustivamente dal medico in ordine alle diverse alternative terapeutiche…

Leggi di più

Separazione dei coniugi: vendita ad un terzo della casa precedentemente assegnata ad un coniuge

Nel caso in cui un bene immobile sia stato assegnato, in sede di divorzio o di separazione, ad uno dei coniugi e venga poi acquistato da un terzo, questi ha diritto di proporre azione ordinaria di accertamento, onde verificare la decadenza dei presupposti per l’assegnazione e per ottenere la condanna dell’occupante al pagamento dell’indennità di occupazione Cassazione…

Leggi di più

L’uso del proprio nome come marchio

È vietato l’uso del proprio nome patronimico come marchio se già utilizzato da altro imprenditore per prodotti dello stesso genere. Così la corte di cassazione con la sentenza del 27 ottobre 2017 n. 25641 che ha precisato che sussiste il divieto anche se tale uso è accompagnato da elementi differenziatori, sempre che il nome costituisca  il cuore del marchio già…

Leggi di più

La natura della responsabilità professionale medica

La responsabilità contrattuale del medico e dell’ente ospedaliero per inesatto adempimento della prestazione In tema di responsabilità civile nell’attività medico – chirurgica, l’ente ospedaliero risponde a titolo contrattuale per i danni subiti da un privato a causa della non diligente esecuzione della prestazione medica da parte di un medico proprio dipendente ed anche l’obbligazione di quest’ultimo nei confronti del paziente,…

Leggi di più

Lotta alla contraffazione: sempre più tutela ai marchi comunitari

Una recente sentenza della Corte di Cassazione (la n. 1578 del 2 febbraio scorso) è intervenuta rigorosamente sulla materia affermando la configurabilità della contraffazione anche nell’ipotesi in cui il marchio non sia stato ancora formalmente registrato ma sia stata presentata la domanda, completa “dei modelli di cui si rivendica l’esclusiva”.  

Leggi di più

Vaccini: interviene la Corte Costituzionale

La Corte Costituzionale con sentenza n. 5 del 2018 ha stabilito che in materia di vaccinazioni, la scelta delle modalità attraverso le quali assicurare una prevenzione efficace dalle malattie infettive spetta alla discrezionalità del legislatore, potendo egli selezionare talora la tecnica della raccomandazione, talaltra quella dell’obbligo.  

Leggi di più

Patto di non concorrenza

Secondo la Corte di Cassazione (la numero 2546 del 26/10/2017), quando, al termine del rapporto di lavoro, il datore sceglie di non dare corso al patto di non concorrenza, liberando dai relativi divieti il lavoratore, si configura un’opzione e non un recesso unilaterale dal patto di concorrenza medesimo.

Leggi di più

Responsabilità medica: Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione intervengono sulla Legge Gelli-Bianco

Le Sezioni Unite sono state chiamate a risolvere il delicato contrasto giurisprudenziale sorto in seno alla IV sezione Penale circa il perimetro applicativo della nuova disciplina e i correlati profili di diritto intertemporale, avuto riguardo soprattutto alle difformità interpretative derivanti dal nuovo articolo 590 sexies del codice penale introdotto dalla riforma, con riferimento alla punibilità…

Leggi di più

RESPONSABILITA’ MEDICA: le complicanze derivanti da interventi di routine devono essere imprevedibili ed inevitabili

Secondo al sentenza n. 24074/17 della Corte di Cassazione, nel caso di un intervento di routine, è il professionista che deve dimostrare che le complicanze da esso derivanti non potevano essere da lui previste, non essendo più sufficiente, ai fini della prova liberatoria, definire tali eventi come semplici “complicanze intraoperatorie” che si possono cioè verificare, ma…

Leggi di più

Compensi Avvocati

Firmato il decreto sulla liquidazione dei compensi degli avvocati: il testo, che accoglie alcune delle proposte avanzate dal CNF anche per evitare che il giudice provveda alla liquidazione in assenza di riferimenti minimi, è stato trasmesso al Consiglio di Stato per il relativo parere.

Leggi di più

Il rispetto delle linee guida non è più sufficiente

Il rispetto delle linee guida da parte del medico è considerato un parametro che il giudice deve valutare ai fini dell’accertamento della responsabilità medica ma, secondo la Cassazione (cfr. sentenza n. 11208/2017), questo non è più sufficiente per escluderla: si deve infatti valutare se, pur avendo osservato le linee guida previste, le circostanze del caso…

Leggi di più

Nel caso di responsabilità medica, è il sanitario che ha l’onere di dimostrare di aver tenuto una condotta diligente.

La Corte di Cassazione ha precisato che il  paziente non avrà più l’onere di dimostrare la qualità della condotta del sanitario, al fine dell’accertamento della colpa: con la sentenza del  09/11/2017,  n. 26517, è stato stabilito infatti che lo stabilire se il sanitario abbia posto in essere una condotta diligente o negligente, significa accertare anche…

Leggi di più

Finalmente introdotta la nuova legge sul cyberbullismo, la n. 71/2017

La nuova normativa, “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”, ha lo scopo di porre finalmente un freno alle dilaganti forme di “pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, diffamazione, furto d’identità, alterazione, acquisizione illecita, manipolazione, trattamento illecito di dati personali” in danno a minorenni, realizzate per via…

Leggi di più

Quantificazione e decorrenza dell’assegno di mantenimento nella separazione: rileva l’evoluzione della situazione economica dei coniugi nel corso del giudizio

In punto di decorrenza dell’assegno di mantenimento nella separazione personale la regola generale è quella della domanda (Cass., n. 2960/2017), in quanto un diritto non deve restare pregiudicato dal tempo necessario per farlo valere in giudizio. Tale principio, tuttavia, attiene esclusivamente all’an debeatur e non influisce sulla quantificazione dell’assegno, che può dunque essere liquidato tenendo…

Leggi di più

Responsabilità medica: risarcimento danni di un milione di euro alla vedova di un uomo ucciso da una infezione ospedaliera

Un uomo di 40 anni, aveva accusato un infarto e per questo si era rivolto al centro cardiologico all’ospedale privato “Aurelia Hospital” dove gli sono stati impiantati degli stent coronarici. Dopo qualche giorno, a seguito di un aggravamento delle sue condizioni di salute, l’uomo è stato trasferito nel reparto di rianimazione dove è deceduto pochi…

Leggi di più

Il risarcimento del danno derivante da un errore medico in ambito di chirurgia estetica non si limita solo a quello fisico ma anche a quello di natura psichica e relazionale

Con l’ordinanza n. 25109/2017 la Corte di Cassazione ha stabilito che, nel caso di un intervento estetico non perfettamente riuscito, nella specie, per le vistose cicatrici rimaste sul corpo di una giovane modella, non va risarcito soltanto il danno derivante dalle tracce somatiche antiestetiche, ma anche quello per la sofferenza psicosomatica subita. Nel caso esaminato…

Leggi di più

Dai notai diventa possibile depositare i codici sorgente

Al Congresso Nazionale del Notariato tenutosi a Palermo è stato presentato un progetto, in associazione con la SIAE, che prevede il deposito e l’archiviazione dei codici sorgente presso i Notai. Sarà cioè possibile depositare il codice sorgente di un qualsiasi programma per elaboratore (c.d. software) presso qualsiasi Notaio italiano, ottenendo così, in tempo reale, il…

Leggi di più

Responsabilità medica: niente condanna all’ostetrica per l’aborto senza la prova del nesso causale

Secondo la Corte di Cassazione (con sentenza n. 39771/2017, del 31 agosto 2017) qualora una ostetrica, incaricata di assistere la donna in stato di gravidanza, ometta di informare tempestivamente il sanitario di turno nel caso in cui si verifichi una anomalia nel tracciato cardio-tocografico del feto, sussiste responsabilità per il delitto colposo di interruzione della…

Leggi di più

Assegno divorzile: il giudice del divorzio, in relazione alla statuizione sull’assegno di mantenimento, dovrà informarsi al “principio di autoresponsabilità” economica di ciascuno degli ex coniugi, riferendosi soltanto alla loro indipendenza o autosufficienza economica

Cassazione civile, sez. I, 10/05/2017, n. 11504 Il diritto all’assegno di divorzio è condizionato dal suo previo riconoscimento in base ad una verifica giudiziale che si articola necessariamente in due fasi, tra loro nettamente distinte e poste in ordine progressivo dalla norma: una prima fase, concernente l’“an debeatur”, informata al principio dell’autoresponsabilità economica di ciascuno…

Leggi di più

Con riferimento alla responsabilità medica da nascita indesiderata, la mancanza della mano sinistra del nascituro non è una malformazione idonea a determinare un danno alla salute della donna, tale da giustificare l’interruzione della gravidanza dopo i primi 90 giorni dal suo inizio, con la conseguenza che, non potendosi ricorrere all’aborto, l’omessa diagnosi di tale anomalia non può determinare un danno risarcibile

Cassazione civile, sez. III, 11/04/2017, n. 9251 In tema di responsabilità medica da nascita indesiderata, la mancanza della mano sinistra del nascituro non è una malformazione idonea a determinare un grave pericolo per la salute fisica o psichica della donna, requisito imposto dall’art. 6, lett. b), della l. n. 194 del 1978 per far luogo…

Leggi di più

Mega risarcimento per errore medico all’Ospedale di Careggi a Firenze: oltre due milioni di euro

[column width=”1/1″ last=”true” title=”” title_type=”single” animation=”none” implicit=”true”] Accertata la responsabilità medica tramite un accodo stragiudiziale a seguito di un grave errore durante un intervento chirurgico : l’azienda ospedaliera di Careggi ha pagato nei giorni scorsi il più alto risarcimento danni per malasanità mai accordato in Toscana. L’importo concordato è stato di 2 milioni e 250mila…

Leggi di più

Ribadito dalla Corte di Appello di Bari (precedentemente anche Cass. n. 12205/2015 e Cass. 4.2.2016 n. 2177) il principio per cui sussiste comunque la responsabilità del medico per l’omessa informazione ad un paziente, anche se l’intervento sanitario è stato esatto, appropriato e necessario ed è stato altresì favorevole alla salute del paziente. “Per quanto sopra…

Leggi di più

Corte di Cassazione, sezione III civile, sentenza 16 maggio 2017, n. 11994 La struttura sanitaria è tenuta a fornire ai parenti del paziente ricoverato (su consenso espresso da quest’ultimo) notizie sulle sue condizioni di salute, in particolare sulle sue potenzialità di infettare terzi ai sensi della legge n. 675 del 1996.

Leggi di più

VACCINI E AUTISMO: LA CASSAZIONE NEGA OGNI CORRELAZIONE

Cassazione Civile, sez. VI-L, ordinanza 25/07/2017 n° 18358 I giudici ermellini (ad eccezione di un proprio membro che proprio in questi giorni ha manifestato la propria contrarietà alla politica vaccinale dello Stato), tra i no vax ed i free vax, optano, da sempre, pro scientia. Infatti, ribadisce la Corte, “la prova a carico dell’interessato ha…

Leggi di più

Cassazione civile, sez. III, 04/02/2016, n. 2177 Quanto alle modalità ed ai caratteri del consenso alla prestazione medica, anzitutto, esso deve essere personale (salvo i casi di incapacità di intendere e volere del paziente), specifico e esplicito, nonché reale ed effettivo, non essendo consentito il consenso presunto; deve essere pienamente consapevole e completo, ossia deve…

Leggi di più

Cassazione civile, sez. III 12 giugno 2015, n. 12205 – Pres. Petitti – Est. Frasca. È lesione del diritto ad esprimere il c.d. consenso informato da parte del medico il solo fatto che egli tenga una condotta che lo porta al compimento sulla persona del paziente di atti medici senza avere acquisito il suo consenso.…

Leggi di più

NON E’ CONCORRENZA SLEALE NE’ IMITAZIONE SERVILE CONFUSORIA LA SOMIGLIANZA TRA I SEGNI DISTINTIVI, L’ARREDAMENTO DI UN RISTORANTE ED I MENU’ DIRETTI AD EVOCARE UN PERIODO STORICO

Tribunale Firenze 23 febbraio 2016 – Pres. Scionti – Est. Anna Primavera. L’insieme dei mobili, degli oggetti di arredamento di un ristorante ed i menu, se diretti ad evocare un periodo storico (nella specie i tipici ristoranti americani denominati diner), non hanno capacità distintiva o di novità, con la conseguenza che ciò che il titolare…

Leggi di più

IMPOSSIBILITÀ DI ACQUISIRE NUOVI DOCUMENTI DURANTE L’ESPLETAMENTO DELLA CTU, NONOSTANTE IL CONSENSO DELLE PARTI NEI CASI DI MALASANITA’

Tribunale Lamezia Terme 31 marzo 2016 – Pres. Brattoli – Est. Sirianni. È tardiva la produzione di documenti durante l’espletamento di una consulenza tecnica d’ufficio del CTU per le controversie per malasanità. Il consenso delle parti all’acquisizione di nuova documentazione, espresso in sede di espletamento delle operazioni di CTU, è comunque, irrilevante, poiché, ai sensi…

Leggi di più

ATP IN AMBITO DI RESPONSABILITA’ MEDICA: AMMISSIBILE PER LA RATIO STESSA DELL’ISTITUTO

Tribunale ordinario di Foggia, ordinanza 9 maggio 2016 Il giudice ritiene ammissibile la consulenza tecnica preventiva per i casi di responsabilità medica, in quanto l’istituto è chiaramente finalizzato alla composizione della lite prima dell’inizio del giudizio di merito ed un’eventuale inammissibilità ai soli casi in cui la volontà conciliativa delle parti emerga dalla intenzioni delle…

Leggi di più

DANNO MORALE: IL GIUDICE PUO’ QUANTIFICARE IL PREGIUDIZIO SUBITO IN MISURA MAGGIORE RISPETTO ALLA QUANTIFICAZIONE TABELLARE

Cassazione Civile, sez. III, sentenza 23/03/2016 n° 5691 Quantificazione del danno: la Cassazione Civile fa un ulteriore passo avanti. Il pregiudizio derivante dal danno morale può assumere un maggior rilievo rispetto alla determinazione di una percentuale del danno biologico. In altre parole, la componente del danno non patrimoniale riconducibile al danno morale quantificabile in una…

Leggi di più

TRA GLI OBBLIGHI DEL MEDICO ANCHE QUELLO DI INFORMARE I PAZIENTI DELLA POSSIBILITA’ DI RICORRERE AD UN CENTRO DI PIU’ ELEVATA SPECIALIZZAZIONE

[column width=”1/1″ last=”true” title=”” title_type=”single” animation=”none” implicit=”true”] In ambito di responsabilità medica, il sanitario ha l’obbligo d’informare la paziente della possibilità di ricorrere ad un centro ecografico di più elevato livello di specializzazione, nonostante la diagnosi di normalità morfologica del feto effettuata con strumenti che non hanno permesso la visualizzazione dello stesso nella sua interezza.…

Leggi di più

CTU NECESSARIA IN AMBITO DI RESPONSABILITÀ MEDICA, DATA L’OVVIA MANCANZA DI CONOSCENZA TECNICA DEL GIUDICE IN TALE CAMPO

La stima del danno alla salute, richiedendo nozioni mediche, necessita dell’ausilio di un consulente tecnico (a meno che il giudice non ritenga di acquisire da sé le cognizioni tecniche per l’accertamento di questo tipo di pregiudizio). Affermando, così, il principio secondo cui “la consulenza tecnica d’ufficio, che di norma non è mezzo di prova, lo…

Leggi di più

La Legge Balduzzi sulla responsabilità del medico ha superato il vaglio di legittimità costituzionale.

Pubblichiamo l’ordinanza del 6 dicembre 2013, n. 295, con cui la Corte Costituzionale ha dichiarato la manifesta inammissibilità della questione di legittimità costituzionale dell’art. 3 del decreto-legge 13 settembre 2012, n. 158 (Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute), convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre…

Leggi di più

La legge sui costi minimi per la sicurezza dei trasporti c’è e va rispettata.

Pubblichiamo l’ordinanza del Trib. Livorno, con cui è stato respinto il ricorso di un committente volto ad ottenere la sospensione della provvisoria esecuzione di un decreto ingiuntivo emesso in favore di un’impresa di autotrasporto per il pagamento delle differenze tariffarie non corrisposte. Il committente sostanzialmente chiedeva al Tribunale di ‘sospendere’ l’obbligo di pagamento in attesa…

Leggi di più

Info di diritto degli autotrasportatori: “…se il minimo non c’è”

Durante alcune procedure concorsuali di autotrasportatori, è emerso il “mal…trasporto”: la deprecabile prassi di praticare tariffe inferiori a quelle, minime, previste dalla Legge come obbligatorie. Ed il tutto a danno della sicurezza delle nostre strade, oltre che delle ‘tasche’ degli autotrasportatori. La particolarità/la forza della Legge in tema è che le eventuali differenze tariffarie, spesso…

Leggi di più

La Legge Balduzzi sulla responsabilità del medico ha superato il vaglio di legittimità costituzionale.

[column width=”1/1″ last=”true” title=”” title_type=”single” animation=”none” implicit=”true”] Pubblichiamo l’ordinanza del 6 dicembre 2013, n. 295, con cui la Corte Costituzionale ha dichiarato la manifesta inammissibilità della questione di legittimità costituzionale dell’art. 3 del decreto-legge 13 settembre 2012, n. 158 (Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della…

Leggi di più

La Legge Balduzzi è incostituzionale?

Il Tribunale di Milano (con ordinanza 21.03.2013) ha sollevato questione di legittimità costituzionale dell’art. 3 primo comma della legge 8 novembre 2012, n. 189 in tema di responsabilità sanitaria, rimettendo la decisione alla Corte Costituzionale.

Leggi di più

Diritti Primari, la tutela si allarga

I tribunali riconoscono risarcimenti anche per danni diversi da quello alla salute Pubblichiamo un recente articolo del Sole 24 Ore, in cui si passano in rassegna alcune sentenze di merito che riconoscono il diritto al risarcimento del danno anche per lesioni di diritti primari diversi da quello alla salute: tra gli altri, il diritto alla…

Leggi di più

Durc for ever? Siii!!!…& anche altro…

L’amico Luigi Bottai, che ringrazio, mi comunica che lo scorso 19 il Tribunale di Cosenza ha reso una decisione storica in materia di Durc e “c.p.in.co.” (c.p. in continuità). D’ora in poi gli Enti Contributivi potranno, anzi dovranno, rilasciare il fantomatico DURC , anche quando il debitore non possa previamente pagare i debiti contributivi in…

Leggi di più

Convertito con legge 189/2012 il c.d. Decreto Balduzzi

[icon name=”file-pdf” style=”” color=”” size=”16″ ]  Convertito con legge 189/2012 il c.d. Decreto Balduzzi che, nonostante rechi l’oggetto “Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute”, all’art. 3, sul risarcimento del danno da colpa medica, degrada il computo del danno biologico ai criteri utilizzati per i…

Leggi di più

Cass., 7 giugno 2011, n. 12408

[icon name=”file-pdf” style=”” color=”” size=”16″ ] Le tabelle adottate dal Tribunale di Milano per la liquidazione del danno alla persona, al di la’ delle diversita’ delle condizioni economiche e sociali dei diversi contesti territoriali, devono ritenersi applicabili a tutto il territorio nazionale.

Leggi di più

Codice della proprietà industriale

[icon name=”file-pdf” style=”” color=”” size=”16″ ] Si segnala il D.Lgs. 13 agosto 2010, n. 131, che ha apportato significative e sostanziali modifiche a più articoli del Codice della proprietà industriale,  in coordinamento con le norme del relativo Regolamento attuativo. Si tratta di modifiche alle  norme in materia di design, sul segreto industriale, nonché circa la procedura…

Leggi di più

Il padre ha diritto al risarcimento del danno esistenziale subito a causa della nascita indesiderata del figlio.

[icon name=”file-pdf” style=”” color=”” size=”16″ ] La nascita indesiderata determina una radicale trasformazione delle prospettive di vita dei genitori, i quali si trovano esposti a dover misurare (non i propri specifici “valori costituzionalmente protetti”, ma) la propria vita quotidiana, l’esistenza concreta, con le prevalenti esigenze del figlio, con tutti gli ovvi sacrifici che ne conseguono: le…

Leggi di più