Avvocato Francesco Cecconi

L’avv. Francesco Cecconi si laurea nel 1997 in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Firenze e dal 2001 è iscritto all‘Albo degli Avvocati di Firenze e all’Albo speciale Avvocati Cassazionisti e Giurisdizioni Superiori.

Tra il 1997 ed il 2001 sono numerose le sue esperienze professionali, tra le quali si annovera la collaborazione con lo studio legale “Barile ed Associati” di Firenze .

Nel 2001 inizia la collaborazione con lo studio legale “Sebastiani Pezzano Soldaini”, dove si occupa principalmente di diritto societario, degli appalti e del diritto industriale, sino a diventare, nel 2010, Socio Fondatore dello Studio Legale PSP – Pezzano Soldaini & Partners.

Nel corso della propria attività, Francesco Cecconi si è specializzato nella consulenza a favore di rilevanti gruppi industriali operanti nel settore degli appalti, dei servizi e delle costruzioni.

Accanto al proprio lavoro di assistenza, l’avvocato Francesco Cecconi assiste anche privati e società nel contenzioso giudiziale, con particolare riguardo alle aree del diritto civile e commerciale, gestendo a stretto contatto della clientela le varie fasi delle controversie, compresa la ricerca e l’attuazione di strumenti alternativi di risoluzione del contenzioso, come l’arbitrato, la mediazione e la conciliazione stragiudiziale.

Nel corso degli anni l’avvocato di Firenze ha seguito molteplici vicende tra quelle di maggior spicco della realtà Toscana: da quelle inerenti ai project financing, a quelle relative ai più significativi appalti ed assistendo clienti anche in numerosi arbitrati di diritto italiano ed internazionale.

Particolarmente significativa inoltre la sua esperienza nell’ambito della responsabilità professionale medica; settore in cui, negli anni, ha risolto molteplici casi di assoluto rilievo su tutto il territorio nazionale.

L’avvocato fiorentino ha curato l’opera “Il risarcimento del nuovo danno non patrimoniale. Rassegna di giurisprudenza commentata”, edita nel 2012 da “FucinaPsp” e nel 2014 è stato co-autore dell’opera “La responsabilità civile medica dopo la legge Balduzzi”, edita da Giappichelli.

Dal 2019 l’avv.Cecconi è partners di Consulcesi & Partners per l’assistenza e consulenza di medici e professionisti della sanità nei procedimenti di responsabilità medica e nel diritto del lavoro.

Francesco Cecconi ha svolto attività di formazione e consulenza presso l’“Incubatore di Firenze” (Ente costituito per la promozione ed il sostegno di nuove attività imprenditoriali) in materia di diritto commerciale, societario, industriale e della proprietà intellettuale.

L’avv. Cecconi ha partecipato, anche come relatore, a Convegni nell’area del diritto civile e commerciale ed ha pubblicato molteplici articoli su riviste specializzate.

E’ socio della Camera Civile di Firenze e Arbitro della Camera Civile di Firenze.

Materie Trattate

  • Diritto sanitario e responsabilità medica
  • Diritto societario e commerciale
  • Diritto industriale e della proprietà intellettuale
  • Diritto di famiglia e delle successioni
  • Diritto del lavoro
  • Diritto immobiliare

Come contattare l'Avv. Cecconi

    Accetta la nostra Informativa sulla Privacy per inviarci la richiesta.

    Le pubblicazioni dell'avv. Cecconi

    La responsabilità civile medica dopo la legge Balduzzi

    Francesco Cecconi – Gaia Cipriani (a cura di)  Antonio Pezzano

    2014 – pp. XII-196
    formato cartaceo – ISBN 978•88•7524277•0 – € 24,00 – acquista
    formato epub – ISBN 978•88•9215736•1 – € 16,99 – acquista (EPUB protetto da drm) – info

    Diritto della famiglia – Azione di disconoscimento della paternità: fino a quando è possibile?

    Con il c.d. decreto filiazione del 2013, è stato introdotto il termine di decadenza di 5 anni dalla nascita del figlio per la proposizione dell’azione di disconoscimento di paternità. La Corte di Cassazione, con la sentenza in esame, risolve il dubbio sull’applicabilità di tale disposizione e ribadisce la necessità della nomina di un curatore speciale…

    Leggi di più

    Diritto industriale – Juventus, Napoli, Inter, Milan, Roma e affini: marchi da tutelare

    Secondo i giudici della Cassazione, i marchi delle squadre di calcio, impressi sulle maglie da gioco, sono pienamente tutelabili al pari di ogni altro e quindi tutto ciò significa che rientra nella fattispecie di commercio di prodotti con segni falsi la condotta di colui che detiene per la vendita magliette recanti i segni di riconoscimento…

    Leggi di più

    Le ultime news dall'avv. Francesco Cecconi

    Fatto ignoto: a chi spetta l’onere di dimostrarlo?

    I Giudici della Corte di cassazione, con la sentenza n. 18102 del 2020, si sono soffermati su due aspetti fondamentali del c.d. nesso causale nei giudizi di malasanità. In tali giudizi, infatti, il medico e il paziente sono gravati da un differente onere della prova e, quindi, il fatto ignoto ricade sull’uno o sull’altro a…

    Leggi di più

    Danno patrimoniale futuro: torna il criterio del ‘triplo della pensione sociale’

    La Corte di Cassazione, con il recentissimo provvedimento n. 17690 del 25 Agosto 2020, è tornata ad affermare la validità del principio secondo cui “…quale parametro di riferimento per la liquidazione equitativa (ex art. 1226) del danno patrimoniale futuro da incapacità lavorativa, anche se patito in conseguenza di errata prestazione sanitaria da soggetto percettore di…

    Leggi di più

    Covid-19 come “infortunio sul lavoro”? Risponde l’avv. Francesco Cecconi

    Come viene considerata dalle assicurazioni l’infezione da Covid-19? Per l’INAIL è infortunio sul lavoro per le compagnie d’assicurazioni no. In caso di indennizzo negato si può fare ricorso. L’avvocato Francesco Cecconi: «Un’inaccettabile disparità di trattamento tra operatori sanitari dipendenti e liberi professionisti» Al seguente link (https://www.sanitainformazione.it/lavoro/covid-assicurazioni-medici-infortunio-inail-compagnie-risarcimento/) trovate l’intervista integrale dove l’avvocato Cecconi (partner di Consulcesi…

    Leggi di più

    Danni da talidomite: da quando inizia a decorrere la prescrizione per la domanda di indennizzo?

    Come per il danno da emotrasfusioni, anche per il danno da somministrazione di un farmaco senza adeguati controlli sulle potenzialità di produrre effetti collaterali dannosi per la salute vale il principio per cui il termine di prescrizione del diritto al risarcimento del danno da parte di chi assume di aver contratto per contagio una malattia…

    Leggi di più

    Consenso informato: spetta al paziente provare che, se adeguatamente informato, non avrebbe fatto l’intervento

    La Corte di Cassazione, nell’ordinanza n. 9887/2020 conferma il principio ormai pacifico in base al quale, in ambito medico la manifestazione del consenso del paziente all’intervento chirurgico è espressione del diritto all’autodeterminazione, che trova il suo fondamento in quanto sancito dagli artt. 2, 13 e 32, comma 2,della Costituzione. I Giudici precisano però che, nel momento in…

    Leggi di più

    Emotrasfusioni infette e responsabilità medica

    Attraverso questa sentenza, i Giudici della Cassazione accordano il risarcimento ai congiunti se l’epatite da trasfusione di sangue infetto è concausa della morte perché ha creato problemi alla coagulazione. La fattispecie Un padre e un figlio convengono in giudizio il Ministero della Salute per ottenere i danni subiti in conseguenza della morte della moglie e…

    Leggi di più

    Il progetto di arredamento d’interni è proteggibile quale opera dell’architettura

    In tema di diritto d’autore, un progetto o un’opera di arredamento di interni, “nel quale ricorra una progettazione unitaria, con l’adozione di uno schema in sé definito e visivamente apprezzabile, che riveli una chiara “chiave stilistica”, di componenti organizzate e coordinate per rendere l’ambiente funzionale ed armonico, ovvero l’impronta personale dell’autore, è proteggibile quale opera…

    Leggi di più

    Insorge l’Ordine dei medici: “Se si va avanti così ritorniamo presto in emergenza”

    La questione è nata da quanto affermato dal Presidente di Udine, il quale ammonisce: “Non si può andare dal medico di base senza appuntamento e senza preventivo triage telefonico. […] Se si va avanti così, fra dieci giorni precipiteremo nuovamente nel pieno dell’emergenza sanitaria“. L’allarme è stato lanciato dall’Ordine dei medici di Udine, dopo aver…

    Leggi di più

    Corona virus Fase 2: i fidanzati sono “congiunti”

    il testo dell’ultimo DPCM, prevede che sono consentiti gli spostamenti nella stessa Regione per fare visita ai propri congiunti. A livello tecnico, in tale categoria non vi si possono annoverare i fidanzati. Per tale motivazione, nel corso della giornata di oggi, molti hanno fatto sentire le proprie critiche verso tale esclusione. Un divieto del genere,…

    Leggi di più